Africaland • Leggi argomento - webasto (o simili) e riscaldamento tenda da tetto

webasto (o simili) e riscaldamento tenda da tetto

Binda, Vericello, Compressore...

Messaggioil 12/11/2017, 8:59

Io voto per la termocoperta.
Sono anni ormai che la uso e mi sono sempre trovato bene. E' posizionata sotto i sacchi a pelo, la accendo una/due ore prima di andare a letto e la spengo poco dopo che mi corico. Anche in Africa la uso quasi sempre, fosse solo per levare un pò di freddo/umidità dai sacchi a pelo. Non potrei più farne a meno, è una goduria andare a letto e trovarlo bello caldo. Poi se la notte si ha freddo non si fa altro che riaccenderla, comodamente senza alzarsi, magari in posizione "1" giusto per non arrostirsi.
L'ho pagata una fesseria, l'unico inconveniente è che funziona a 220 V ma questo non mi ha mai dato problemi con la batteria dei servizi.
Mior sburtà une Toyota che guidà une Jepp
Born to Run "the Boss"
L'unico uomo che io invidio è l'uomo che non è ancora stato in Africa - perché ha così tanto per guardare al futuro
rommel1
Avatar utente
 
Messaggi: 377
Iscritto il: 07/04/2012, 15:20
Località: Gorizia

Messaggioil 12/11/2017, 10:54

Meno male Ezio ,che almeno qualcuno la usa! isola quì,isola là,buca quì, buca là, serbatoio gasolio,casino quando funziona(magari pensate che sia silenzioso) con la copertina eviti tante rogne. ciao
giba foto
Avatar utente
 
Messaggi: 2651
Iscritto il: 21/07/2006, 21:42
Località: Verolavecchia - Brescia

Messaggioil 12/11/2017, 10:56

Meno male Ezio ,che almeno qualcuno la usa! isola quì,isola là,buca quì, buca là, serbatoio gasolio,casino quando funziona(magari pensate che sia silenzioso) Nessuno ha mai pensato ad una stufetta a legna :lol: :lol: :lol:
con la copertina eviti tante rogne. ciao
giba foto
Avatar utente
 
Messaggi: 2651
Iscritto il: 21/07/2006, 21:42
Località: Verolavecchia - Brescia

Messaggioil 12/11/2017, 18:04

Io sono MOLTO freddoloso, la mia vita in viaggio è cambiata da quando ho investito un po' di soldi in un vero sacco a pelo, un Camp da 900 grammi di vera piuma, roba da alta montagna. Beh io vado a letto in t-shirt e slip con parecchi gradi sotto zero senza problemi. Sono contrario all'uso del webasto perchè se si guasta, si rimane al freddo e sapendo che si ha il webasto si tende a partire con roba leggera. Se si obietta che uno porta comunque roba pesante mi viene da dire ma allora che senso ha il webasto? Secondo me è meglio qualcosa di molto affidabile come un sacco a pelo di qualità.
n.b. esprimo solo un'opinione... don't worry... be happy!
Crivelli
Avatar utente
 
Messaggi: 2852
Iscritto il: 13/03/2003, 9:32
Località: milano

Messaggioil 13/11/2017, 9:13

Anche se non fa molto freddo un "colpo" di termocoperta lo diamo quasi sempre (a meno che non faccia veramente caldo), a me da fastidio (non uso neanch'io il pigiama) entrare nel sacco a pelo freddo che sembra umido e, anche se si è in Africa, vi assicuro che spesso la sera non fa per niente caldo.
Abbiamo anche la possibilità di dormire all'interno del mezzo dove potremmo utilizzare un webasto thermo top ma, a parte poche volte dettate solo dal problema sicurezza, dormiamo sempre nella tenda (anche 70 giorni di seguito) alla quale si può mettergli anche il "cappuccio" che, oltre a ripararti dalla pioggia, aiuta anche per il freddo.
Sicuramente i vari sistemi di riscaldamento dall'abitacolo alla tenda sono validi, a dire il vero lo avevo preso in considerazione anch'io, ma poi alla fine per semplicità, comodità, spazio (avere i tubi in giro per la macchina non è il massimo quando hai lo spazio risicato) ecc... abbiamo deciso per la termocoperta e assicuro che non tornerei in dietro.
E' una delle pochissime cose che ormai non riuscirei più a farne a meno.
Mior sburtà une Toyota che guidà une Jepp
Born to Run "the Boss"
L'unico uomo che io invidio è l'uomo che non è ancora stato in Africa - perché ha così tanto per guardare al futuro
rommel1
Avatar utente
 
Messaggi: 377
Iscritto il: 07/04/2012, 15:20
Località: Gorizia

Messaggioil 13/11/2017, 9:55

rommel1 ha scritto:Io voto per la termocoperta.
Sono anni ormai che la uso e mi sono sempre trovato bene. E' posizionata sotto i sacchi a pelo, la accendo una/due ore prima di andare a letto e la spengo poco dopo che mi corico. Anche in Africa la uso quasi sempre, fosse solo per levare un pò di freddo/umidità dai sacchi a pelo. Non potrei più farne a meno, è una goduria andare a letto e trovarlo bello caldo. Poi se la notte si ha freddo non si fa altro che riaccenderla, comodamente senza alzarsi, magari in posizione "1" giusto per non arrostirsi.
L'ho pagata una fesseria, l'unico inconveniente è che funziona a 220 V ma questo non mi ha mai dato problemi con la batteria dei servizi.

quindi usi un inverter,giusto?
Ma la batteria regge bene? Nel senso, il giorno dopo é del tutto morta o ha ancora un po' di carica?
Fabio

Land Rover: preferisci il fascino o l,'affidabilità? Il vero Lander riesce ad avere entrambi
quello_là
Avatar utente
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: 30/01/2011, 18:21
Località: vicenza - pistoia

Messaggioil 13/11/2017, 10:08

Crivelli ha scritto:Io sono MOLTO freddoloso, la mia vita in viaggio è cambiata da quando ho investito un po' di soldi in un vero sacco a pelo, un Camp da 900 grammi di vera piuma, roba da alta montagna.....Secondo me è meglio qualcosa di molto affidabile come un sacco a pelo di qualità.


Concordo in pieno, sono anni che uso un buon sacco a pelo!, dormo anche in una truna nella neve senza alcun problema!.. se fa molto freddo ‘l’unico accorgimento è di infilare i vestiti della giornata nel sacco prima di uscire, ecco che così quando ti spogli e ti rivesti hai gli abiti belli caldi ...
Giovanni,

"solo gli spiriti dell'aria sanno cosa incontrerò dietro le montagne"
- proverbio groenlandese -
giovanniland
Avatar utente
 
Messaggi: 374
Iscritto il: 16/04/2009, 18:24
Località: Mason Vicentino

Messaggioil 13/11/2017, 12:10

rommel1 ha scritto:Io voto per la termocoperta.
Sono anni ormai che la uso e mi sono sempre trovato bene. E' posizionata sotto i sacchi a pelo, la accendo una/due ore prima di andare a letto e la spengo poco dopo che mi corico. Anche in Africa la uso quasi sempre, fosse solo per levare un pò di freddo/umidità dai sacchi a pelo. Non potrei più farne a meno, è una goduria andare a letto e trovarlo bello caldo. Poi se la notte si ha freddo non si fa altro che riaccenderla, comodamente senza alzarsi, magari in posizione "1" giusto per non arrostirsi.
L'ho pagata una fesseria, l'unico inconveniente è che funziona a 220 V ma questo non mi ha mai dato problemi con la batteria dei servizi.


Interessante, io ho doppia batteria e un inverter da 3000w di picco, mi pare 800w costanti.
Le coperte ho visto consumano 60w.
Le mie conoscenze elettroniche però finiscono qui. quanto potrebbe durare una batteria 100 ah con attaccata una coperta?
Esistono anche coperte a 12v ma non credo abbiano la stessa resa..
ogni feré l'ha l'so miste
Norberto
Avatar utente
 
Messaggi: 591
Iscritto il: 28/04/2013, 23:36
Località: Varese

Messaggioil 13/11/2017, 12:23

A me le coperte termiche fanno un pochino paura....
Qui sotto solo una piccola parte di episodi dove una coperta termica ha preso fuoco......

http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/in ... -1.1483343
http://milano.corriere.it/notizie/crona ... c3d7.shtml
http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnA ... 114443.php
http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/ ... tenne.html
https://www.laregione.ch/articolo/la-co ... audo/53416
http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca ... 51776.html

Sicuramente richiede alcuni accorgimenti per far si che non ci siano problemi, bisogna stare attenti a come la si piega per riporla quando non la si usa in modo da non rischiare di rompere le resistenze rovinando l'isolamento dei cavi elettrici e facendoli cosi' andare in cortocircuito.

Ammetto che anch'io ne ho presa una per lo scopo di scaldare le notti nel Land ma poi non l'ho mai usata ! bohh... non mi da sicurezza !
Uno del forum ( Lewoski ) so che in inverno la usa spesso e mi ha riportato ottime impressioni a riguardo pero' a me fanno ugualmente un pochino paura.

Sicuramente preferisco passare una notte battendo i denti dal freddo perché il Webasto non ha funzionato che passare la notte al centro ustioni dell'opedale di chissa' dove..... ( se non peggio ) :-|
Land79
Avatar utente
 
Messaggi: 1341
Iscritto il: 02/02/2009, 9:11
Località: Varese

Messaggioil 13/11/2017, 12:24

Norberto ha scritto:...io ho doppia batteria e un inverter da 3000w di picco, mi pare 800w costanti...

Non è una cosa buona avere un inverter enorme per carichi piccoli.
Ricordo che più è grande un inverter più è grande la corrente di riposo assorbita.
Con carichi di 60/80 W è meglio avere un inverter da 500/600W piuttosto che un 2/3KW che già da solo assorbe a vuoto quanto il carico.
Consiglio sempre di averne due di inverter, uno piccolo ed uno grande, così da usare al momento quello che assorbe meno!
Chi lascia la strada vecchia per la nuova non sa quanto paga di autostrada. Sconosciuto
Chi vola vale, chi vale vola ma chi non vola è un vile! Grunf
Tireremo dritto fino alla prossima curva. Grunf
Abusivo
Avatar utente
 
Messaggi: 9030
Iscritto il: 19/02/2010, 19:21
Località: Eroe senza Patria

Messaggioil 13/11/2017, 12:37

Comunque il fatto che una termocoperta nasca a 12 volt non significa che debba andare meno, ma solo che non hai la perdita di potenza sull'inverter
Per la questione dello stare attenti a piegarla io la terrei distesa sulla maggiolina(se la avessi)senza mai piegarla...e via
Fabio

Land Rover: preferisci il fascino o l,'affidabilità? Il vero Lander riesce ad avere entrambi
quello_là
Avatar utente
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: 30/01/2011, 18:21
Località: vicenza - pistoia

Messaggioil 13/11/2017, 13:50

quello_là ha scritto:
rommel1 ha scritto:Io voto per la termocoperta.
Sono anni ormai che la uso e mi sono sempre trovato bene. E' posizionata sotto i sacchi a pelo, la accendo una/due ore prima di andare a letto e la spengo poco dopo che mi corico. Anche in Africa la uso quasi sempre, fosse solo per levare un pò di freddo/umidità dai sacchi a pelo. Non potrei più farne a meno, è una goduria andare a letto e trovarlo bello caldo. Poi se la notte si ha freddo non si fa altro che riaccenderla, comodamente senza alzarsi, magari in posizione "1" giusto per non arrostirsi.
L'ho pagata una fesseria, l'unico inconveniente è che funziona a 220 V ma questo non mi ha mai dato problemi con la batteria dei servizi.

quindi usi un inverter,giusto?
Ma la batteria regge bene? Nel senso, il giorno dopo é del tutto morta o ha ancora un po' di carica?



Non ho mai avuto problemi con la batteria, comunque stò sereno visto che ho la batteria dedicata ai servizi dove, oltre alla coperta, è collegato anche il frigo. L'inverter è da 600 W se non ricordo male e la coperta consuma 60 W, cioè 5 Ah.

Credo che comunque quelle da 12 V abbiano la stessa resa.

Normalmente non la accendo mai quando sono in tenda (a meno che non faccia veramente freddo) ma una/due ore prima di coricarmi. Una volta a letto la spengo altrimenti si avrebbe troppo caldo.

Visto che ho una overland devo per forza piegare la coperta quando chiudo la tenda. L'operazione l'avrò fatta fin'ora almeno 500 volte senza avere mai un problema.
Mior sburtà une Toyota che guidà une Jepp
Born to Run "the Boss"
L'unico uomo che io invidio è l'uomo che non è ancora stato in Africa - perché ha così tanto per guardare al futuro
rommel1
Avatar utente
 
Messaggi: 377
Iscritto il: 07/04/2012, 15:20
Località: Gorizia

Messaggioil 14/11/2017, 11:02

fabio.silvia ha scritto:potresti isolare l'interno della tenda con la'llumino per vetri dei camper per capirsi , lo vendono a metro ed e veramente valido contro le dispersioni termiche


...ma poi la tenda non traspira più...temo... :D
Verteidiger
 
Messaggi: 1797
Iscritto il: 14/05/2012, 13:26
Località: tra Firenze e Prato

Messaggioil 14/11/2017, 11:32

Carissimi,
grazie mille, anzitutto, per essere intervenuti, proponendo anche un'idea per me sinceramente nuova :10 , ossia quella della termocoperta.
Premesso che ho un certo timore - dettato, lo confesso, dalla mia ignoranza in materia - dei congegni elettrici, pur avendo la seconda batteria dove già ci sono cb, faro da lavoro, verricello e frigorifero (...che per evidenti motivi logici starebbe comunque spento se sento la necessità di accendere un riscaldatore...), l'idea del riscaldatore nasce anche da un'altra esigenza che non ho esplicitato all'inizio, ossia quella di riscaldare anche un altro "ambiente".
Mi sono infatti ritrovato nelle considerazioni fatte da Crivelli e Roccaste qui (viewtopic.php?f=30&t=79631&start=40), dove si sottolineava l'esigenza di avere un ambiente dove cucinare e passare il tempo allorquando si arrivi nel luogo del campo base con tempo brutto ma in ora non proprio prossima alla nanna. Loro hanno risolto con una tenda Quechua Base camp, io, però, avendo già comprato da tempo il tendalino ARB, mi sto attrezzando (...a Natale :lol: :lol: ) per l'acquisto del relativo kit che consente di farne in pratica una stanza chiusa, usando come "parete" posteriore il lato del 110. Ecco allora il vantaggio del riscaldatore ad aria, che con l'ausilio del medesimo corrugato che manderei su alla tenda mi potrebbe consentire di riscaldare anche quell'ambiente, quanto meno in modo accettabile.
Verteidiger
 
Messaggi: 1797
Iscritto il: 14/05/2012, 13:26
Località: tra Firenze e Prato

Messaggioil 14/11/2017, 22:40

Dico la mia. Il webasto è una gran cosa, sicuramente un costo importante. Dipende cosa ne dobbiamo fare, se mi serve solo per dormirci un paio di volte l'anno allora va benissimo un sacco a pelo o una coperta. Io son sincero ho messo l'airtop principalmente perché parcheggio il def all'esterno e mi ero rotto le palle di metterci il cartone sul parabrezza alla sera per evitare il ghiaccio, e salirci la mattina a temperature polari. Adesso è un altra storia... quando poi dormo in macchina è una pacchia! Fa casino? Mi sembra più che sopportabile. Può non funzionare? Pure la termocoperta. Meglio un sacco a pelo? Non credo proprio, sicuramente è più economico. Questa però è la mia scelta, ognuno ha la sua. Dalle mie parti si dice, cent co cent crap, cent cu dusent ciap. ;)
taglia2
 
Messaggi: 311
Iscritto il: 06/02/2013, 19:20
Località: brianza

Messaggioil 14/11/2017, 22:52

Gianfranco, anch'io ho un tendalino arb con stanza, ti farò vedere il mio sistema per scaldarlo. Poi vedrò se funziona :lol: :lol:
taglia2
 
Messaggi: 311
Iscritto il: 06/02/2013, 19:20
Località: brianza

Messaggioil 15/11/2017, 8:36

taglia2 ha scritto:Gianfranco, anch'io ho un tendalino arb con stanza, ti farò vedere il mio sistema per scaldarlo. Poi vedrò se funziona :lol: :lol:


Dare fuoco ogni volta al tendalino per poi ricomprarlo non vale eh! :lol: :lol: :lol:
Le Land non perdono liquido...marcano il territorio!!!!!

27/2/17 welcome back Land! -d2 restyling oslo Blue-
Tfnicco
Avatar utente
 
Messaggi: 481
Iscritto il: 12/04/2009, 13:51
Località: Firenze da bere
SOCIO AL

Messaggioil 15/11/2017, 8:45

Verteidiger ha scritto:..... io, però, avendo già comprato da tempo il tendalino ARB, mi sto attrezzando (...a Natale :lol: :lol: ) per l'acquisto del relativo kit che consente di farne in pratica una stanza chiusa, usando come "parete" posteriore il lato del 110.


Valuta anche che, oltre a quella aperta su di un fianco, ce n'è anche una completamente chiusa, compreso il pavimento.
Io l'ho acquistata un paio d'anni fa ma fin'ora, per vari motivi, non l'ho quasi mai utilizzata.
Mi è stata indispensabile invece utilizzandola come poggiaschiena quando ho ricavato dal portaoggetti centrale un sedile di fortuna.
Mior sburtà une Toyota che guidà une Jepp
Born to Run "the Boss"
L'unico uomo che io invidio è l'uomo che non è ancora stato in Africa - perché ha così tanto per guardare al futuro
rommel1
Avatar utente
 
Messaggi: 377
Iscritto il: 07/04/2012, 15:20
Località: Gorizia

Messaggioil 15/11/2017, 9:43

Dopo dieci giorni sotto pioggia ininterrotta e temperature basse ho pensato seriamente al webasto.
Più che per dormirci è per quando finisci di guidare, al mattino appena ti svegli e per togliere l'umidità persistente. Se poi gli spostamenti sono giornalieri in clima freddo chi ha voglia di spendere anche solo mezz'ora per piazzare tenda con stanza, teli e telini? Se fa freddo e tira vento mi preparo la cena dentro e non vedo molta logica nel doverlo fare al freddo quando invece ho guidato al caldo. Piuttosto per dormire allora lo spengo avendo un buon sacco a pelo e la mattina lo riaccendo.
Altra cosa che credo migliori sia la questione umidità che solo con il riscaldamento dell' auto durante le ore di viaggio non riesce ad asciugare
Comunque in assoluto la questione è sempre quella, capire per cosa e quanto lo si usa.
Mi sarebbe senz'altro servito in Norvegia, a Gennaio in Slovenia per sole 5 notti probabilmente non sarà così fondamentale, sicuramente non troverò 5 giorni di acqua al massimo neve.
ogni feré l'ha l'so miste
Norberto
Avatar utente
 
Messaggi: 591
Iscritto il: 28/04/2013, 23:36
Località: Varese

Messaggioil 15/11/2017, 11:39

rommel1 ha scritto:
Verteidiger ha scritto:..... io, però, avendo già comprato da tempo il tendalino ARB, mi sto attrezzando (...a Natale :lol: :lol: ) per l'acquisto del relativo kit che consente di farne in pratica una stanza chiusa, usando come "parete" posteriore il lato del 110.


Valuta anche che, oltre a quella aperta su di un fianco, ce n'è anche una completamente chiusa, compreso il pavimento.
Io l'ho acquistata un paio d'anni fa ma fin'ora, per vari motivi, non l'ho quasi mai utilizzata.
Mi è stata indispensabile invece utilizzandola come poggiaschiena quando ho ricavato dal portaoggetti centrale un sedile di fortuna.


...sì, sì, Ezio, a quello mi riferivo :D :
http://www.4techniqueshop.it/ricerca_pr ... archio=002
Verteidiger
 
Messaggi: 1797
Iscritto il: 14/05/2012, 13:26
Località: tra Firenze e Prato

PrecedenteProssimo

Torna a ACCESSORI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite