Africaland • Leggi argomento - Viaggio del giorno

Viaggio del giorno

Diari ed Appunti di Viaggio

Messaggioil 21/03/2018, 12:51

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 22/03/2018, 13:30

2006 - oggi, viaggi in Asia, Toyota hi-lux

https://eurasiaoverland.com/

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine






The Author


DANIEL SPRAGUE_1
Khyber Bazaar Bombsite, Peshawar, NWFP, Pakistan, 9th October 2009. Photograph courtesy of Alexandre Meneghini

I was born in the UK in 1982. As a child I had no interest in what seemed somehow to entertain other children; I could not see what the attraction of kicking a football around the school yard every break- and lunch-time was. I think I began from an early age to withdraw and started to live in my own intermediate domain, in a semi-fantastical world which was above the mundanity around me, yet still constrained by reality. I never for instance dreamt of super-powers or space travel or other such nonsense. Merely, I longed for something more exciting than the limits of the school grounds, and would happily stare out of windows, or beyond the edge of the sports field, imagining what lay beyond.

Throughout the insecurities and uncertainties of adolescence, I think I lost sight of this domain. I presume that for most people, this is the process of ‘growing up’, where one resigns one’s dreams to pure fantasy and accepts a life of mundanity; work, career, family, retirement, death. When I was eighteen, I happened to discover that there was a world out there, available just by the act of travelling into it, where I could live out these fantasies; of brilliant blue skies, endless golden sand dunes unfolding to a distant horizon, soaring, snowcapped mountain ranges, towering castles perched above rolling grassy steppes, rugged coastlines falling into a turquoise ocean. Where these images came from, and why they mean so much to me, I am unsure of, lost most likely in the vivid imagery of childhood. But they were out there for me to collect. I just had to avoid ‘growing up’.

My early trips to Africa and South America focused very much on pure imagery, and it is through this that I developed a pressing urge to photographically document my travels. Not just as memory triggers for posterity, but to capture these fantastical images for myself, to keep. In June 2003 I embarked on what was to be a life-defining trip; my first trip to Asia, travelling overland from Istanbul to Beijing. In addition to truly sublime scenery, I started to appreciate cultural richness; that there were cities out there filled with beautiful architecture, cities so ancient and rich with human activity that they seemed to be living organisms, and to be of interest in themselves, unlike the soulless piles of brick and concrete which I usually find Western European cities to be.

The biggest discovery however were the people. I found people who were warm, welcoming and open. People with whom one could very quickly strike up a relationship, despite sometimes very considerable cultural differences. In contrast to what the media projects through foul television channels and worthless gutter newspapers, the outside world was full of decent human beings who were disarmingly kind and trustful. I am a committed atheist, but to my surprise I found kindred spirits in the people of faith whom I met. Like myself, I suppose, they too live in a state of detachment from mundanity, living in a dream-world dictated by scripture, with faith as their fantasy. For the first time I was surrounded by people who placed value in the abstract and immaterial, and not in simply money and possessions.

I never looked back from my 2003 trip, and have focussed on little other than travelling since this time. In 2006 I made a series of very short trips with rental cars in the Middle East, and realised that for me, travelling with one’s own vehicle was a far superior means of travelling than relying on public transport. In the more than five years of the Odyssey described on this website, I fulfilled what felt like my lifelong ambition. For me, I cannot imagine anything more rewarding than the freedom of being self-sufficient (on a short time-scale) in a capable off-road vehicle and having free access to much of the Eurasian continent.

At present, I have to split my time between travelling and mundanity, between the real world where I can travel and fulfil my dreams, and the narrow, colourless, flavourless mundanity of working and spending time in Western Europe – specifically the Netherlands. This has left me with something of a bipolar life, with fantastic highs of freedom, discovery and friendship separated necessarily (at present at least) by dull periods of lonely settled life, surrounded by people who are often ignorant, if not fearful of the world around them.

In the future, I would like to spend a few years exploring Africa; perhaps a year in South America. I’d like to own a yacht and sail around the world, spending a year or two sailing around the coast of Asia, through the islands of the Pacific, and Southern Oceans. I’d like to find a partner who shares my passion for travel. I’d also like to try living somewhere pleasant, and turn my back permanently on the grey, lifelessness of Western Europe, to see if settled life elsewhere can satisfy my imagination. I get no real kicks from making money as such (though I am privileged to make enough to comfortably afford such trips), and would like one day to help others who were not born in a country where the basics in life may be taken for granted.

But as I grow older, and grapple with my addiction to travel, it becomes ever easier to lose sight of that youthful belief; the belief that anything is possible, and that life, with its endless sensations and opportunities, is really just beginning. In the words of Colin Thubron: ‘I can understand how a journey can be seen as a metaphor for life, a voyage through time as well as space; time seen as a road’. Where this road leads to, I have no idea. Increasingly, I suspect there is no destination at all.

This website portrays my life from the age of twenty-five onwards, separated by hiatuses of mundanity. There are photographs of the places I have seen, and sometimes the people I have met. These are the images of my imagination. Around these are my attempt to describe the physical journey, retrospectively, from notes, photographs and memory. I hope you enjoy what you see and / or read.
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 22/03/2018, 13:41

Immagine

Immagine

Immagine

a 420.000km, cambio colore, restauro carrozzeria e motore..7 mesi di lavoro, fatto da solo

Immagine

Immagine

Immagine

e per il viaggio invernale a Magadan, un Toyota Surf benzina, 2.7, 4 cilindri, manual

qui a Magadan..

Immagine

di nuovo Asia Centrale..

Immagine

Immagine

eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 22/03/2018, 17:13

Lisbona - Magadan (estremo oriente russo, di fronte al Mar del Giappone), in 7 gg (15.00km).. con un Toyota Land Cruiser 200, 4.5 V8 TD

eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 23/03/2018, 9:25

Panorami fantastici!
Grazie per la condivisione.
Sacco.
bagonghi
Avatar utente
 
Messaggi: 389
Iscritto il: 19/03/2007, 20:44
Località: Formigine

Messaggioil 26/03/2018, 16:40

eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 30/03/2018, 18:09

ciao.....anche se vecchi film..........belli Trans Global Expedition di Lone Wolf

https://youtu.be/rR0fYrwn1rk https://youtu.be/Tss09jraJnY
andrea scabini
Avatar utente
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 16/02/2010, 2:03
Località: milano

Messaggioil 11/04/2018, 8:57

spedizione in Toyota........certo che.....macchina e che motore
andrea scabini
Avatar utente
 
Messaggi: 302
Iscritto il: 16/02/2010, 2:03
Località: milano

Messaggioil 11/04/2018, 9:17

andrea scabini ha scritto:https://vimeo.com/189289854 spedizione in Toyota........certo che.....macchina e che motore



Questo Video me lo sono proprio gustato !!! spettacolo !!
Land79
Avatar utente
 
Messaggi: 1541
Iscritto il: 02/02/2009, 9:11
Località: Varese

Messaggioil 13/04/2018, 9:11

oggi qualche cosa di speciale.. sicuro che Giba apprezzerà!

1959, 3 ragazzi inglesi comprano un vecchio camio Bedford, e vanno da Londra a Bulawayo (Rhodesia) (e ritorno)...



Fantastiche foto d'epoca.. quella che mi ha piu colpito é vedere il centro di Kalemie (Albertville, nel Congo Belga, oggi DRC) nel 1959.. lo vedeste adesso (ci sono stato qualche anno fa... ).. oltre al fatto che oggi la città é raggiungibile solo via aereo o battello dal Lago Tanganika.. in quanto la vecchia strada é stata mangiata dalla giungla..

Alcune foto d'epoca..(da altri siti):

https://www.flickr.com/photos/pgkivu/with/6481114477/
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 13/04/2018, 10:27

questa galleria di foto di Bukavu di come era/come é adesso é illuminante..

https://www.flickr.com/photos/pgkivu/se ... 0620468828
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 13/04/2018, 16:18

Patagonia in Toyota HZJ78



i due tipi non fanno un sorriso....mi sa che non dura..

qui le foto:

https://findpenguins.com/carla.boris
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 24/04/2018, 10:54

Oggi viaggio nella mente..

Aforismi sul viaggio

Tra ventanni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto.
Quindi
mollate le cime, allontanatevi dal porto sicuro.
Prendete con le vostre vele i venti.
Esplorate, sognate,scoprite.
(M. Twain)

Le nostre valigie erano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevamo molta strada da fare. Ma non importava, la strada è la vita» (Jack Kerouac)
Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone. John Steinbeck

'Vorrei vivere diverso,in paesi lontani'. Fernando Pessoa

Arrivando a ogni nuova città il viaggiatore ritrova un suo passato che non sapeva più d’avere: l’estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più t’aspetta al varco nei luoghi estranei e non posseduti.
Italo Calvino, da “Le città invisibili”

"Il mio desiderio è fuggire.
Fuggire da ciò che conosco, fuggire da ciò che è mio, fuggire da ciò che amo.
Desidero partire: non verso le Indie impossibili o verso le grandi isole a Sud di tutto, ma verso un luogo qualsiasi, villaggio o eremo, che possegga la virtù di non essere questo luogo.
Non voglio più vedere questi volti, queste abitudini e questi giorni."
da "Il libro dell'Inquietudine di Bernardo Soares" di Fernando Pessoa.

Viaggiare Perdere Paesi!
Essere altro costantemente perché l'anima non abbia radici!
Andare avanti , inseguire l'assenza di avere un fine e dell'ansia di raggiungerlo
-F.Pessoa -

Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove.' da "Un po' per amore, un po' per rabbia"
di Pino Cacucci

Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo.
Lao Tzu

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
nè nell’irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro.
Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d’estate siano tanti
quando nei porti - finalmente e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi,
va in molte città egizie
impara una quantità di cose dai dotti.
Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
metta piede sull’isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos’altro ti aspetti?
E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.
Costantino Kavafis

Io viaggio non per andare da qualche parte, ma per andare. Viaggio per
viaggiare. La gran cosa è muoversi, sentire più acutamente il prurito
della nostra vita, scendere da questo letto di piume della civiltà e
sentirsi sotto i piedi il granito del globo.
Robert Louis Stevenson

Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco.
(Josef Koudelka)
Non si considerava un turista bensì un viaggiatore, e spiegava che si tratta in parte di una differenza temporale. Dopo poche settimane, o pochi mesi, il turista si affretta a tornare a casa; il viaggiatore, che non appartiene ad alcun luogo in particolare, si sposta lentamente da un punto all’altro della terra, per anni.
(Paul Bowles)

Oltre l’est l’alba, oltre l’ovest il mare, e tra l’est e l’ovest la sete del viaggiatore che non mi dà pace.
(Gerald Gould)

Seguite l’impulso del momento (senza programmare nulla, nel giro di otto ore) e salite su un aereo o fate il pieno alla macchina e partite. La meta non ha importanza. L’obiettivo è viaggiare con poco bagaglio, stendere le ali e mettere alla prova la vostra capacità di mollare tutto. Lanciarsi istintivamente in un’avventura e allontanarsi per un po’ dalla propria vita è una sensazione straordinaria di libertà.
(Lynn Gordon)

Non c’è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita.
(Alphonse de Lamartine)

Non smetteremo di esplorare. E alla fine di tutto il nostro andare ritorneremo al punto di partenza per conoscerlo per la prima volta
(T. S. Eliot)

Viaggiare ristabilisce l’armonia originale che un tempo esisteva tra l’uomo e l’universo.
(Anatole France)

Nel viaggio c’è un certo sapore di libertà, di semplicità… un certo fascino dell’orizzonte senza limiti, del percorso senza ritorno, delle notte senza tetto, della vita senza superfluo.
(Théodore Monod)

I turisti sono andati in vacanza mentre i viaggiatori hanno fatto qualcos’altro. Hanno viaggiato.
(Alex Garland)

Chi ha bisogno di più di una valigia è un turista, non un viaggiatore.
(Ira Levin)


I turisti non sanno dove sono stati. Il viaggiatore non sa dove sta andando.
(Paul Theroux)

Sembra esserci nell’uomo, come negli uccelli, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove.
(Marguerite Yourcenar)
Uno dei piaceri del viaggio è immergersi dove gli altri sono destinati a risiedere, e uscirne intatti, riempiti dell’allegria maligna di abbandonarli alla loro sorte.
(Jean Baudrillard)

Vorrei sempre essere altrove, dove non sono, nel luogo dal quale sono or ora fuggito. Solo nel tragitto tra il luogo che ho appena lasciato e quello dove sto andando io sono felice.
(Thomas Bernhard)

I viaggi sono quelli per mare con le navi, non coi treni. L’orizzonte dev’essere vuoto e deve staccare il cielo dall’acqua ci dev’essere niente intorno e sopra deve pesare l’immenso, allora è viaggio.
(Erri De Luca)

Quando si viaggia si sperimenta in maniera molto più concreta l’atto della Rinascita. Ci si trova dinanzi a situazioni del tutto nuove, il giorno trascorre più lentamente e, nella maggior parte dei casi, non si comprende la lingua che parlano gli altri. È proprio quello che accade a un bambino appena nato dal ventre materno.
(Paulo Coelho)

Ho sempre pensato: quando sarò libero, senza vincoli, viaggerò. Ma non ho ricette per viaggiare, inciampo spesso, dappertutto. Mi piace perdermi, faccio molte deviazioni. Spesso decido la destinazione strada facendo, oppure la cambio del tutto. Non si può fare esperienza di troppe cose viaggiando; penso sia meglio concentrarsi su poco, o anche nulla, non fare attenzione ai monumenti. Ai musei, ma solo tenere gli occhi aperti e ascoltare. E non è così facile.
(Peter Handke)

Il viaggiatore vede quello che vede, il turista vede quello che è venuto a vedere.
(GK Chesterton)

In viaggio, la cosa migliore è perdersi. Quando ci si smarrisce, i progetti lasciano il posto alle sorprese, ed è allora, ma solamente allora, che il viaggio comincia.
(Nicolas Bouvier)

Non si va così lontano che quando non si sa dove si va.
(Cristoforo Colombo)

Gradiva le differenze: forse per questo viaggiò tanto.
(Jorge Louis Borges)

Quella notte, a letto, mi chiedevo se mi sarei addormentato oppure esploso, invece mi arrivò un’idea. Se non si riesce a far funzionare la propria vita si può per lo meno andare via. Si può cambiare il modo di vivere, disfarsi della routine, vivere rischi veri. Era una questione di dignità.
(William Least Hear-Moon)

Passa così una giornata di viaggio, e non c’è bisogno d’altro per riempirla da cima a fondo: un fiume, dei cespugli, una bella testa infantile, delle tombe.
(Gustave Flaubert)

Dove stai andando? Butta via la cartina! Perché vuoi sapere a tutti i costi dove ti trovi in questo momento? ....D’accordo: in tutte le città .....la segnaletica.... con le frecce che ti dicono: devi andare per di là, non confonderti.... Lasciali perdere, snobbali pure. Perché vuoi combattere contro il labirinto? Assecondalo, per una volta. Non preoccuparti, lascia che sia la strada a decidere da sola il tuo percorso, e non il percorso a farti scegliere le strade. Impara a vagare, a vagabondare. Disorientati. Bighellona.
(Tiziano Scarpa)

Quando viaggio sogno veramente molto. Forse questa è per me una delle ragioni principali per viaggiare. Ha qualcosa a che fare con strane stanze, rumori e odori inusuali, con le vibrazioni, col cibo, con le ansie legate al viaggio.
(Paul Theroux)

Vai via
Vai da solo
Portati una mappa
Viaggia leggero
.....
Viaggia via terra
Attraversa a piedi una frontiera
Tieni un diario
Leggi un romanzo che non ha niente a che fare con il luogo in cui sei
Fai amicizia con qualcuno
(Paul Theroux)

Il cambiamento è l’unica cosa che rende la vita degna di essere vissuta. Non parcheggiare mai la tua vita a una scrivania. Quello che segue sono ulcere e problemi cardiaci.
(Bruce Chatwin)

Aforismi sul cambiare vita

Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare.
(Ben Herbster)
Cambia tre abitudini all’anno e otterrai risultati fenomenali.
(Anonimo)

Dopo aver fatto sempre la stessa cosa nello stesso modo per due anni, inizia a guardarla con attenzione. Dopo cinque anni, guardala con sospetto. E dopo dieci anni, gettala via e ricomincia di nuovo tutto.
(Alfred Edward Perlman)

C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso… Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un’esistenza non convenzionale.
(Dal film Into the Wild)

Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto.
(Warren G. Bennis)

Girando sempre su se stessi, vedendo e facendo sempre le stesse cose, si perde l’abitudine e la possibilità di esercitare la propria intelligenza.
Lentamente tutto si chiude, si indurisce e si atrofizza come un muscolo.
(Albert Camus)

Non cambierai mai la tua vita finché non cambierai qualcosa che fai tutti i giorni.
(Mike Murdock)

La via per uscire passa dalla porta. Chissà perché nessuno la prende mai.
(Confucio)

Spesso le persone trovano più facile essere un risultato del passato che una delle cause del futuro.
(Anonimo)
Non c’è nulla di immutabile, tranne l’esigenza di cambiare.
(Eraclito)

Non era questione di essere felice o infelice. Io non volevo più essere me.
(Sarah Dessen)
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 07/06/2018, 13:56

La Russia in inverno, da Magadan a Mosca

https://eurasiaoverland.com/
http://www.horizonsunlimited.com/hubb/4 ... lyma-95144


Distance from Magadan to Moscow: 13,875 km
Lowest Temperature: -45º C
Lowest cold-start: -31º C
Number of breakdowns: 0
Number of minor issues: 0

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 07/06/2018, 22:07

Quanto ben di dio...
Gius
gius
Avatar utente
 
Messaggi: 221
Iscritto il: 18/02/2007, 18:33
Località: Verona

Messaggioil 10/07/2018, 10:05

Parlando di Russia... strada delle ossa transiberiana, un'avventura da 16.000 km.

http://www.lazzurro.info/p/strada-delle-ossa-transiberiana.html
Nankuru nai sa
cauntry
Avatar utente
 
Messaggi: 1335
Iscritto il: 25/11/2009, 19:00
Località: Milano sud-ovest
SOCIO AL

Messaggioil 10/07/2018, 14:22

grazie cauntry... bello, bello, bello..

mi sto giusto leggendo I post sulla Kolyma..
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 10/07/2018, 15:01

Kadchikan

Immagine

Susuman

Immagine

Artyk

Immagine
eboati
 
Messaggi: 912
Iscritto il: 05/06/2007, 14:50
Località: Bergamo, Italia e Ginevra, Svizzera

Messaggioil 10/07/2018, 15:20

cauntry ha scritto:Parlando di Russia... strada delle ossa transiberiana, un'avventura da 16.000 km.

http://www.lazzurro.info/p/strada-delle-ossa-transiberiana.html



segnalo questo libro:

https://www.ibs.it/trans-europa-express ... 8807019272
Nissan Patrol GR Y61 3.0 - Grand Raid
lollorock
Avatar utente
 
Messaggi: 2604
Iscritto il: 08/11/2011, 6:49
Località: Torvaianica (RM)

Messaggioil 10/07/2018, 15:44

lollorock ha scritto:
cauntry ha scritto:Parlando di Russia... strada delle ossa transiberiana, un'avventura da 16.000 km.

http://www.lazzurro.info/p/strada-delle-ossa-transiberiana.html



segnalo questo libro:

https://www.ibs.it/trans-europa-express ... 8807019272


Ti ringrazio! L'ho ordinato, mi farà compagnia in viaggio quest'estate :3
Nankuru nai sa
cauntry
Avatar utente
 
Messaggi: 1335
Iscritto il: 25/11/2009, 19:00
Località: Milano sud-ovest
SOCIO AL

PrecedenteProssimo

Torna a RESOCONTI DI VIAGGIO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti