Africaland • Leggi argomento - Corrosione Longheroni Defender 90 300tdi

Corrosione Longheroni Defender 90 300tdi

Camperizzazione, Verniciatura, Modifiche

Messaggioil 11/06/2021, 7:02

Ma come mai non hai cianfrinato? Troppo poco spessore?
SCRITTA COLORATA A CASO PER ATTIRARE L'ATTENZIONE

Official Shitposter AL Awards 2019
quello_là
Avatar utente
 
Messaggi: 7287
Iscritto il: 30/01/2011, 18:21
Località: vicenza - pistoia

Messaggioil 11/06/2021, 8:44

quello_là ha scritto:Ma come mai non hai cianfrinato? Troppo poco spessore?

Su un 3mm non serve. Al massimo tieni un po' di luce tra i 2 lembi e fai 2 passate
Babbano
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 18/06/2012, 18:55
Località: Italia

Messaggioil 11/06/2021, 8:50

Eh però anche la luce mi sembra minima(ma magari mi sbaglio eh) chiedo solo per curiosità e imparare,non voglio fare il menagramo :mrgreen:
SCRITTA COLORATA A CASO PER ATTIRARE L'ATTENZIONE

Official Shitposter AL Awards 2019
quello_là
Avatar utente
 
Messaggi: 7287
Iscritto il: 30/01/2011, 18:21
Località: vicenza - pistoia

Messaggioil 11/06/2021, 9:31

Forse non ha usato materiale d'apporto. Senza apporto, se cianfrini o resti scarso, non saldi
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Messaggioil 11/06/2021, 10:17

roberto ha scritto:purtoppo con le punte affilate spesso vado a toccare il bagno come si vede dalla saldatura in basso della foto. Domani le riaffilo e gli do' una leggerissima spuntatina. Oggi ho chiuso il primo passaggio di entrambe le toppe al 95%
qualche tratto della saldatura è sottocontornata ma non mi dispiace troppo così posso ripassarlo con un po' di bacchetta appena mi sveglio
il vero problema li sotto durante il lavoro è lo spazio limitato che non permette il giusto movimento per il casco e per le braccia.
Serve assolutamente seggiolino imbottito di 20/25cm a rotelle. Ho lavorato seduto su una cassetta portamunizioni e mi sono rotto il fondo schiena nel vero senso della parola. senza casseta non sentivo piu' le gambe e non riesco ad allinearmi al piano di saldatura.
Con un buon seggiolino professionale le cose cambierebbero; è necessario stare con le spalle all'esatta altezza della saldatura, ed io ho una metà a circa 80cm e altra metà a 65cm
riuscire a stare dentro al piano perpendicolare alla saldatura è un miracolo stando a terra. E tutto questo senza muoversi troppo per non urtare il casco sulla leva del freno a mano, sulla lamiera a taglio della base sedili e sulla marmitta.
Le saldature sono a "passo di pellegrino". La lamiera del longherone tira da matti e possono essere necessari leverini, sergenti e quant'altro per allineare di volta in volta una delle lamiere all'altra.
Il calore invece è sotto controllo, basta il solo ventilatore e fare pause di 3minuti ogni 30" di saldatura, nessun problema a nessun cavo o tubo, ci vuole solo tanta pazienza e una buona posizione.
Affilo sempre con trapano elettrico a bassa velocità su una levigatrice a disco da banco a carta abrasiva grana 80 come da foto precedente.


Bel lavoro, attenzione allo stacco a fine saldatura, sarebbe bene non lasciare il forellino perchè può dare punti di rottura, mi raccomando con il post gas che aiuta tantissimo nel raffreddamento e la saldatura ossida molto meno.

20b.jpg


Per fare la punta al tungsteno procuratevi un affilatore, costano due lire.
Di solito ogni produttore di tungsteno mette i gradi di affilatura sul retro della confezione, pochi gradi fanno la differenza, concordo sul non tenere la punta "appuntita" ma dargli una leggerissima spuntata, basta anche batterla sul banco appena affilata.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Matteo
Defender 110 Tdci Puma SE MY09
Bomber82
Avatar utente
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 09/04/2003, 14:04
Località: Tortona (AL)

Messaggioil 11/06/2021, 10:57

Quelle sotto sembrano "pucciate", più che mancanza di post gas (sono esperto di pucciate.. :lol: )

Comunque concordo con il post gas: finchè la saldatura è rossa, vietato muoversi o si cricca. E ovviamente il post gas va regolato giusto perchè esca abbastanza a lungo.

Sulla mia macchina anche il "down-slope" aiuta: fa scendere la corrente in modo graduale e tende a criccarsi meno (ma adesso ho comprato il pedale e mi aggiusto con quello)
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Messaggioil 11/06/2021, 11:09

pura pignoleria :21
una saldatura con procedimento MAG sarebbe stata piu' veloce e semplice da eseguire
tuttavia data la posizione delle toppe dove c'è la reinstallazione del traversone centrale (al decimo di millimetro) se avessi eseguito la saldatura a filo sotto gas sarebbe stato necessario lavorare attentamente con la smerigliatrice facendo attenzione a mantenere intatto il piano.
credo che da questo punto di vista la TIG dia qualcosa in piu' rispetto al MAG.
se si fosse trattato di qualsiasi altro punto sul longherone ove non fosse stato necessario spianare la MAG è ottima ed è da preferire per facilità e velocità, attacca anche sul materiale non perfetto o corroso. Un pianale o fondo di una scocca si preferisce saldare MAG e successivamente si sottopone a precisa levigatura e stuccatura allo scopo di ottenere la "finitura" richiesta.
Tutto quello che ha tensioni strutturali (telai da competizione, semiassi, albero primari e secondari si saldano quasi sempre TIG con l'ausilio delle dovute attrezzature).
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 11:14

bomb considera pure che stando senza appoggio per il gomito in ginocchio è inevitabile e toccare il bagno e spesso si fotte la punta, il pedale poi è un utopia; torcia a pulsante che si aziona solo a guardarla. E' veramente diverso da saldare in piano o sul banco. I flussi di gas cambiano appena cè una maggiore apertura d'aria tanto che forse conveniva una coppetta turbo sulla torcia per ottimizzare.
Poi il telaio non è piu' in acciaio nuovo ma in alcuni punti mette le inclusioni di ossidazione dovute all'età :D
la cosa buona è che con la dovuta pazienza si possono ripassare tranquillamente, il lavoro di saldatura è ancora da terminare
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 11:52

T.n.T. ha scritto:Quelle sotto sembrano "pucciate", più che mancanza di post gas (sono esperto di pucciate.. :lol: )

Comunque concordo con il post gas: finchè la saldatura è rossa, vietato muoversi o si cricca. E ovviamente il post gas va regolato giusto perchè esca abbastanza a lungo.

Sulla mia macchina anche il "down-slope" aiuta: fa scendere la corrente in modo graduale e tende a criccarsi meno (ma adesso ho comprato il pedale e mi aggiusto con quello)

Si i fori non centrano con il gas, ho fatto due appunti frettolosamente e magari si sono intesi male ;)
Per la "pucciata" basta allontanare la torcia prima di interrompere l'arco e il problema è risolto, è tutta una questione di movimenti millimetrici...ma capisco che li sotto non sia facile.
Se la saldatrice è un pochino evoluta esiste la funzione pulsato che aiuta parecchio a tenere il bagno più freddo
Matteo
Defender 110 Tdci Puma SE MY09
Bomber82
Avatar utente
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 09/04/2003, 14:04
Località: Tortona (AL)

Messaggioil 11/06/2021, 12:05

Bomber82 ha scritto:Se la saldatrice è un pochino evoluta esiste la funzione pulsato che aiuta parecchio a tenere il bagno più freddo


Celo sulla mia fidata cinese :3

Ma la uso raramente, solo per spessori veramente bassi e su AC. Però aiuta un po' all'inizio a tenere il ritmo con la bacchetta e ad avere una saldatura più uniforme.

Comunque io "attacco pezzi", non "saldo" al TIG... non ancora :oops: :lol: :lol: :lol: :lol:

Questo weekend dovrei saldare questo

Immagine

Inizialmente volevo farlo a filo, con cui ho molta più confidenza, ma mi sarei deciso di tentare la sorte con il TIG. speriamo.... :? :lol: :lol: :lol:
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Messaggioil 11/06/2021, 13:06

ho provato il pulsato tra 2 e 10 hz, regolando l'ampiezza della fase di corrente tra il 50% fino all' 80% del periodo e dando corrente max di 120Amp e minima del 10% (12Amp)
scalda meno come dicono gli aloni dopo saldatura
ma a parte questo per la prima passata non vedo nessun vantaggio.
con la corrente sempre in presa invece si riescono a gestire meglio le imperfezioni dei labri da saldare allargando o spostando il bagno con maggiore facilità, e in caso di imperfezioni si ripassa con la bacchetta
imperativo è fare lunghezze di saldatura sempre inferiori ai 6cm con la tecnica "pellegrina"
la tecnica è questa: si tratta di interrompere in senso inverso la linea di progressione della saldatura
faccio es. se ho una linea dritta da saldare lunga 9cm facciamo finta che sia un righello con a sinistra il punto zero e a destra termina col punto 9cm
dopo aver puntato il pezzo saldo da destra verso sinistra partendo da 3cm verso a 0cm (3cm di saldatura), poi a seguire da 6 verso 3cm, poi da 9 verso 6cm
detta appunto a "passo di pellegrino" perchè ricorda la camminata di due passi avanti ed uno indietro che a dire di un vecchio saldatore (me la insegno' nei primi anni '80) secondo lui i pellegrini camminavano cosi !? io gli ho sempre creduto sulla parola ma non ho mai visto i pellegrini (forse san francesco?) camminare alla gambero :D
mi fà piacere descriverla perchè non ho visto nessuno usarla oggi neanche dai saldatori qualificati tig
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 13:09

la coppa del salisbury sembra bella pesante
che lamiera hai usato? tutta dello stesso spessore?
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 13:12

roberto ha scritto:la coppa del salisbury sembra bella pesante
che lamiera hai usato? tutta dello stesso spessore?


E' HD :lol: :lol: :lol:

Solo 3 mm (tutta uguale), non ho voluto esagerare. Ma farla più sottile non aveva senso... tanto valeva tenere la sua

Dopo la peserò, ma credo sia molto più leggera della ARB in ghisa
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Messaggioil 11/06/2021, 14:30

3 mm è oltre il dovuto (H.D.). Ma la flangia di accoppiamento sempre da 3? Lì mi sembra sottodimensionata se 3
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 14:43

roberto ha scritto:3 mm è oltre il dovuto (H.D.). Ma la flangia di accoppiamento sempre da 3? Lì mi sembra sottodimensionata se 3


La flangia originale non arriva al mm credo... Perchè dici sottodimensionata?

Considera che in corrispondenza del fondo, dove potrebbe strisciare, faremo un ulteriore rinforzo, per non rischiare che si strappi via tutto

Per quel che riguarda "oltre il dovuto", rispetto a cosa? Ho voluto fare un coperchio che potesse sopportare qualche colpo, a differenza dell'originale, che basta toccare per fiaccarlo.
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Messaggioil 11/06/2021, 16:07

l'originale non ha bordi rialzati o rinforzi di irrigidimento? di solito le coppe in lamiera sono sottili perche fatte a stampo
pero' hanno tecnologia come nervatura su tutto il bordo e di solito bordi rialzati di 90°
se dici che rimane dritta dopo la saldatura allora va' bene
dovresti metterla su un vetro
io dicevo 5mm per avere margine per eventuale rettifica riparatrice
primum vivere deinde philosophari
roberto
Avatar utente
 
Messaggi: 2054
Iscritto il: 25/09/2001, 20:44
Località: Roma
SOCIO AL

Messaggioil 11/06/2021, 17:26

roberto ha scritto:l'originale non ha bordi rialzati o rinforzi di irrigidimento? di solito le coppe in lamiera sono sottili perche fatte a stampo
pero' hanno tecnologia come nervatura su tutto il bordo e di solito bordi rialzati di 90°
se dici che rimane dritta dopo la saldatura a allora va' bene
dovresti metterla su un vetro
io dicevo 5mm per avere margine per eventuale rettifica riparatrice


Si, l’originale ha una leggerissima nervatura, che la rende comunque molto meno rigida della lamiera da 3

Immagine

Per saldare mi sono costruito una dima (con ferro di recupero) in cui tenerla perfettamente ferma ed evitare che si imbarchi, così posso saldare dentro e fuori senza impazzire con morsetti e staffe ;)

Immagine

Non è bellissima, ma funziona... e non guardare le saldature che ho saldato direttamente sulla ruggine :lol:

Conto che resti perfettamente dritta. Comunque alla fine gli darò una passata sul vetro ;)


P.s. comunque scusa... ti sto insozzando il topic. Poi farò un post dedicato, se viene :oops: :oops: :oops: :lol:
T.n.T.
Avatar utente
 
Messaggi: 490
Iscritto il: 07/09/2020, 18:22
Località: Torino

Precedente

Torna a CARROZZERIA & TAPPEZZERIA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti